Green Motion Car and Van Rental Contactless COVID-19 Corporate Franchise Contatti Prenota ora

Chi siamo

Environmental Policy

Programma fedeltà

Green Silver Gold VIP

News

Multi-Product

Basic Plus+ Premium Premium+

Uffici di noleggio

Green Motion Palermo Aeroporto Green Motion Brindisi Aeroporto Green Motion Pisa Aeroporto Vedi tutte

News

Impronte verdi, storie di imprenditori green: Apìs

Impronte verdi storie di imprenditori green Apìs 767x767

Cambiare il mondo a qualcuno può sembrare una cosa difficile, per qualcun altro, invece, è molto semplice: basta iniziare da qualche parte e avere le idee chiare.

Gaia Garbarini Islas appartiene alla seconda categoria. E’ sua la mente (e soprattutto le braccia) dietro Apìs, una giovane azienda agricola situata tra le colline della Tuscia, nell'alto Lazio, la cui mission è quella di fornire prodotti agricoli di eccellente qualità e gusto, tipicamente italiani, garantendo per la loro realizzazione la valorizzazione e conservazione dell'ambiente e del territorio attraverso metodi ecologici certificati e una gestione trasparente.

Parlando con Gaia, scopri come la sua mission non sia marketing ma una filosofia di vita che si riflette su tutti i prodotti di Apìs: diverse tipologie di miele, ortaggi e frutta fresca o trasformata in confetture e conserve, l’olio D.O.P Tuscia, fiori eduli e piante aromatiche.

D: Gaia, come è nata la tua passione per la natura?

R: Entrambi i miei genitori vengono dalla campagna, mia madre dalle pianure modenesi e mio padre da quelle argentine, ed è in questi territori magnifici che da bambina andavo in vacanza, ritrovando le mie origini. Scoprire quelle radici, dove ora si trovano tutti i miei ricordi felici, mi ha segnato profondamente, fin da subito ho capito che avrei voluto restare nella Natura, appartenerle. A diciannove anni sono scappata da Roma per trasferirmi a Viterbo, dove mi sono laureata in Scienze Forestali e Ambientali: qui innamorarmi di queste campagne ancora selvagge è stato un passo obbligato.

D: Quando hai iniziato a pensare ad Apìs e come si è sviluppata la tua idea?

R:Lavorando per anni sul territorio ho capito che avrei voluto dire la mia creando qualcosa di unico, un ponte per avvicinare le persone alla campagna, alla natura, all’agricoltura. Questo desiderio si è trasformato nell’acquisto di un magnifico terreno in un luogo incontaminato, vincolato, caratterizzato da boschetti e terreni agricoli in disuso. Camminando tra gli olivi, su per le colline, fra i ruscelli, le idee si sono schiarite da sole: è fondamentale per me proteggere e preservare nel tempo queste meraviglie e trovo che non ci sia per me dono più grande, da ricevere e da dare, che condividerle.

D: Dove ti vedi tra 5 anni e come pensi di arrivarci?

R: Ho sempre avuto le idee chiare a riguardo, per me non esistono fallimenti ma solo crescite: voglio che Apìs rappresenti un’importante innovazione nel settore agricolo, un precedente per dimostrare che si può fare agricoltura senza rovinare il territorio ma anzi, valorizzandolo. Vedo i nostri cittadini venire a passeggiare in campagna, portando la famiglia e crescendo i propri figli tra gli alberi, gli orti e gli animali, vedo la possibilità per i viaggiatori di conoscere i nostri prodotti e territori, innamorarsene, e poterli riscoprire anche a casa propria, dall’altra parte del mondo. Arrivarci non è difficile, basta continuare a creare, lavorare e aiutare le persone a connettersi con la natura e il territorio: per questo stiamo progettando un’azienda da viversi quotidianamente, con laboratori e spazi per adulti, famiglie e bambini, animali, affiancata da un sito multilingua corredato di blog e e-commerce per poter partecipare anche a lunghe distanze.

D: Le etichette dei tuoi barattoli di miele sono stampate in modo naturale con cera d’api. Puoi parlarci meglio di quest’attenzione che hai avuto per l’ambiente?

R: Sì! Proprio così, tutte le nostre etichette, ma anche le brochure, i biglietti, le buste, sono prodotte in carta certificata e/o riciclata, stampate con colori naturali in cera d’api: le etichette sono facilissime da togliere per riciclare correttamente il vetro e se si prova a grattare un po’ vedrete che le scritte vengono addirittura via. Quest’attenzione all’ambiente è la nostra missione: stiamo per realizzare un laboratorio alimentare dove l’energia è solare, l’acqua viene recuperata e utilizzata per innaffiare gli orti, gli scarti dei vegetali, invece, vengono dati ai lombrichi perché ne facciano un ottimo compost per le nostre piante. Preferiamo lasciare il segno con la bontà dei nostri prodotti, piuttosto che con gli scarti delle nostre produzioni.

D: Cosa consiglieresti ai tuoi coetanei dopo la tua esperienza?

R: Nessuno nega che l’Italia sia un paese difficile, aprire un’attività può essere difficoltoso, ma rappresenta in ogni caso una splendida, magnifica avventura! La natura poi sa regalare tanto, trovo che con un pizzico di originalità e tanta passione le porte siano aperte a tutti, in qualsiasi campo: oggi più che mai sento di dirvi di puntare al vostro futuro quale esso sia, e di conseguenza di puntare anche al “verde” (sotto le sue mille sfaccettature), perché è lì che il nostro futuro porta. Credete nei vostri sogni.


Fiocco verde in casa Green Motion: da oggi siamo presenti anche a Firenze

Trapani, ci risiamo!