Green Motion Car and Van Rental Contactless COVID-19 Corporate Franchise Contatti Prenota ora

Chi siamo

Environmental Policy

Programma fedeltà

Green Silver Gold VIP

News

Multi-Product

Basic Plus+ Premium Premium+

Uffici di noleggio

Green Motion Palermo Aeroporto Green Motion Brindisi Aeroporto Green Motion Pisa Aeroporto Vedi tutte

News

7 idee green da fare ad Alghero

7 idee green da fare ad Alghero 767x767

Alghero, una delle “porte d’accesso” alla Sardegna, conta ad oggi circa 44 mila abitanti ed è la quinta città della Sardegna. Meta turistica per eccellenza, accoglie ogni anno tantissimi visitatori, che la raggiungono da ogni parte della Penisola ma anche dal resto del mondo.

Molti la ricorderanno cantata dalla voce di Giuni Russo, che ha messo in musica proprio la sua voglia “segreta” di raggiungere la piccola città sarda. Come non capirla, perché questa località e le zone limitrofe offrono la possibilità unica di un vero contatto con la natura!

Oltre a un centro storico pittoresco, circondato dalle famose mura, Alghero è un punto di partenza ideale per passeggiate ed escursioni lungo questo tratto di costa sarda, con il suo panorama naturale molto vario.

Green Motion ha preparato una lista con 7 attività green da provare assolutamente ad Alghero e nelle zone limitrofe, tutte rigorosamente da raggiungere a bordo di auto a basso impatto ambientale.

Grotte di Nettuno

Si tratta di formazioni carsiche, scoperte nel XVIII secolo, situate presso il versante nord-ovest di Capo Caccia. È possibile accedervi attraverso una scalinata composta da ben 654 gradini che si snoda lungo la parete del massiccio di Capo Caccia, oppure usufruendo del servizio di traghetto che parte dal Porto di Alghero o dal molo della Dragunara. La Grotta misura circa 4 km in lunghezza, di cui sono visitabili solo alcune centinaia di metri. Le spettacolari formazioni calcaree comprendono stalattiti e stalagmiti, oltre a un lago salato della lunghezza di 120 metri. Queste grotte sono state anche “casa” della foca monaca, da tempo non più avvistata.

Museo del Corallo

Una visita al Museo del Corallo di Alghero equivale ad un’immersione nel mare sardo, alla scoperta di una delle sue principali risorse, di un simbolo in cui da secoli si identificano gli abitanti della cittadina. Il corallium rubrum è è in mostra nell’esposizione, ospitata nella bellissima villa Liberty Costantino, così chiamata dalla famiglia che la fece erigere nel 1927 fuori dalle mura cittadine. La mostra offre la possibilità di compiere un affascinante viaggio attraverso l’ecosistema marino di quella che, non a caso, è chiamata proprio Riviera del Corallo.

Acquario di Alghero

Inaugurato nel 1985, L’Acquaio di Alghero è la più grande esposizione di fauna ittica marina e d’acqua dolce della Sardegna. Sono presenti ben 15 enormi vasche che ospitano le specie animali del Mar Mediterraneo (dentici, ricciole, orate, cernie, gronghi, murene, saraghi, pesci serra, spigole, muggini, pesci balestra, tartarughe di mare, aragoste, astici e cicale di mare) e altre 30 vasche di grandezza variabile con altrettante specie di pesci e invertebrati come polpi e cavallucci marini, oltre ad una parte dedicata ai pesci tropicali e pesci d’acqua dolce. L’attrazione principale, però, è la grande vasca centrale di 40.000 litri con i più temuti predatori degli abissi marini: gli squali.

Escursione in e-bike nel Parco di Porto Conte

Nel periodo primaverile ed estivo è possibile scoprire il territorio naturalistico unico del Parco di Porto Conte in sella ai mezzi “green” per eccellenza, le moderne e-bike. In questa escursione i visitatori possono pedalare immergendosi nei profumi tipici della macchia mediterranea, osservando le bellezze naturalistiche e incontaminate della riserva naturale di Prigionette, con la scogliera sulla splendida Cala Barca e sull'Isola Piana. Con un po’ di fortuna sarà inoltre possibile avvistare alcune delle specie animali selvatiche che vivono nel parco, tra cui daini, cavalli e grifoni.

Capo Caccia

Si tratta del tratto di mare compreso nel grande ecosistema del parco di Porto Conte, del quale fa parte dal 2002. È un’area protetta con un patrimonio naturale dal valore inestimabile, dove si trovano sedimenti calcarei ricchi di fossili e rare piante che si inerpicano sulle rupi. È possibile percorrere itinerari di trekking e speleologici, salire in luoghi panoramici come Cala della Barca, praticare bird watching nella speranza di avvistare il grifone e il falco pellegrino.

Isola Piana

Fa sempre parte del Parco di Porto Conte ed è delimitata da boe luminose per la segnalazione del posto dove è vietato il transito e le altre attività marine. Si raggiunge, infatti, solo in barca anche dal Porto di Alghero e ospita falesie calcaree molto alte che cadono a picco sul mare.

Cantina Sella e Mosca

Amante del vino? Non puoi perdere la visita guidata a una delle cantine più prestigiose e antiche della zona, che ti porterà attraverso gli ambienti interni ed esterni di questa società fondata nel 1899. I 500 ettari di vigneti fanno da cornice alle cantine con le caratteristiche botti di rovere che contengono più di 14.000 ettolitri di vario tipo di vino pregiato.


Fiocco verde in casa Green Motion: da oggi siamo presenti anche a Firenze

Trapani, ci risiamo!