7 cose green da fare a Trapani

Release Date:

7 cose green da fare a Trapani

Quando si prova a organizzare una vacanza tra persone con gusti e interessi diversi, la Sicilia riesce sempre a mettere tutti d’accordo.

C’è il mare (e che mare), la storia, l’architettura, la natura, l’enogastronomia e tutto ciò che serve per far felice chiunque.

Per visitare Trapani e la Sicilia occidentale avere una macchina a noleggio è praticamente indispensabile per raggiungere tutte le spiagge e i siti storici e archeologici.

Guidare tra questi paesaggi con la consapevolezza che si sta facendo qualcosa di concreto per tutelare e proteggere questo ambiente incantevole, è la piacevole sensazione che Green Motion offre a chi sceglie le sue auto low cost a basso impatto ambientale presso l’Aeroporto di Trapani.

Queste le 7 idee green raccolte da Green Motion per un viaggio indimenticabile:

Centro Storico

Passeggiare nel centro storico è un rituale da praticare in ogni città per riuscire a coglierne l’essenza. Camminando tra le strade e stradine di Trapani è facile rimanere incantati dai tanti palazzi e chiese che si susseguono. Per riprendersi è d’obbligo una tappa da Colicchia, che propone le vere granite siciliane come da tradizione.


Porta Oscura e Orologio Astronomico

Una chicca da non perdere è l’orologio astronomico, del 1596, posizionato nella Torre dell’Orologio, la porta più antica della città in pieno centro. Questo antico marchingegno con le sue lancette non segna l’ora ma indica le fasi lunari in un quadrante e segni dello zodiaco, punti cardinali, stagioni, solstizi ed equinozi nell’altro.


Mercato del Pesce

Per dire di aver visitato Trapani bisogna fare un giro al Mercato del Pesce, un trionfo di profumi, colori e suoni che racconta al meglio la cultura enogastronomica della città. Impossibile resistere ai prodotti sui banconi: dal tonno delle tonnare allo street food più genuino.


Museo delle Saline

Il cuore di Trapani si trova qui, tra le vasche e i mulini che nei secoli passati le hanno fatto conquistare la posizione di prestigio che ha ricoperto nella storia. Scoprire come si estraeva il sale, tra mulini e strumenti, è un’esperienza da fare almeno una volta nella vita. Insuperabile al tramonto.


Mulino Maria Stella

Un mulino storico e il centro visite da cui partono le escursioni del WWF: serve aggiungere altro per aggiungere questo posto nella to do list? L’avvistamento dei fenicotteri con le pale sullo sfondo sarà uno dei momenti più intensi di tutto il viaggio.


Segesta

La lunga storia della Sicilia e le sue origini greche sono narrate in modo eccellente da questo sito archeologico, che comprende un teatro scavato nella natura circostante e un tempio in stile dorico costruiti molti secoli prima della nascita di Cristo. Consigliata la visita guidata per scoprire tutti i segreti del luogo.


San Vito Lo Capo

Una tappa marittima in questa lista era immancabile e come non citare una delle spiagge più famose della Sicilia? A poco meno di un’ora da Trapani si trova un trionfo di natura dove regna l’azzurro intenso dell’acqua incontaminata della Riserva dello Zingaro. Vale il viaggio!

Back to news listing