7 cose green da fare a Cagliari

Release Date:

7 cose green da fare a Cagliari

La città di Cagliari è una di quelle più indicate per un percorso di esplorazione e scoperta tutto green. Definita nel 1921 città “di pietra, nuda e in salita, simile a una Gerusalemme bianca” dallo scrittore britannico David Herbert Lawrence, Cagliari è incastonata in uno scenario naturalistico fantastico, dove le rocce di calcare bianco e l’azzurro del mare creano un contrasto incantevole.

Una passeggiata nel centro storico, piuttosto raccolto e quindi percorribile comodamente in lungo e in largo a piedi, permette di assaporare l’autenticità della città e, al contempo, di ammirare le attrazioni più interessanti. Oltre a storia e cultura, Cagliari offre molte meraviglie naturali tra cui parchi e orti botanici, spiagge e mare cristallino, aree lagunari e riserve dove vivono numerose specie di uccelli. Specialmente durante la bella stagione, Cagliari è in grado di regalare a turisti e locali parecchio relax e divertimento.

Green Motion ha selezionato 7 attività green per conoscere gli aspetti più autentici di Cagliari.

Per esplorare al meglio la zona, l’agenzia di noleggio Green Motion di Cagliari aeroporto ti aspetta con la sua flotta di auto low cost a basso impatto ambientale.

Da vedere

Spiaggia del Poetto

Con i suoi otto chilometri di sabbia che si estendono dal promontorio della Sella del Diavolo fino al litorale di Quartu Sant’Elena, il Poetto è la spiaggia dei cagliaritani. Malgrado continui interventi sia naturali (erosione da parte del vento) e dell’uomo (edilizia) che ne hanno cambiato l’aspetto, il Poetto rimane una spiaggia bella e apprezzata, ideale per una passeggiata, per prendere il sole e fare il bagno, per praticare sport all’aria aperta e trascorrere divertenti serate con musica, spettacoli e aperitivi.

Parco naturale Molentargius - Saline

Il valore naturalistico di questa zona umida, situato all’interno dell’area urbana di Cagliari, è davvero significativo. Il complesso naturalistico si estende per circa 1600 ettari, dove sono presenti bacini di acqua dolce e sorgenti con diversi gradi di salinità, oltre ad una piana di origine sabbiosa.

Il parco è inoltre habitat di tantissime specie vegetali e animali protette, tra cui molte varietà di uccelli acquatici. Sono celebri i fenicotteri rosa, in dialetto locale “sa genti arrubia” (il popolo rosso), che hanno nidificato qui per la prima volta nel 1993. 

Costa Rei

Lo splendido paesaggio che costituisce Costa Rei offre grandi distese di sabbia finissima e bianca che formano dune disegnate dal vento, acque turchesi, lussureggiante macchia mediterranea, oltre a calette da sogno celate da imponenti scogliere.

La caraibica spiaggia di Costa Rei è stata inclusa nel 2009 dalla Lonely Planet tra le 10 spiagge più belle del mondo.

Zupposofia

Anche il palato vuole la sua soddisfazione, quale migliore scelta di un ristorante vegetariano e vegano interamente dedicato alle zuppe? L’idea di Zupposofia è semplice e immediata: il piatto principale è realizzato con ingredienti a prevalenza biologica e biodinamica a km 0. Un ristorante vegetariano e vegano ma in grado di ingolosire proprio tutti.

Mercato Civico di San Benedetto

Con i suoi 8.000 metri di superficie si aggiudica il titolo di più grande mercato coperto non solo d’Italia ma anche d’Europa. Gli spazi dell’esposizione sono dedicati alla vendita di grande varietà di generi alimentari, dalle verdure di stagione locali, alla carne e al pesce, fino ai formaggi.

Sin dalla mattina è possibile trovare tutti i tesori della gastronomia della Sardegna, sia di terra e di mare, in un ambiente ricco di vita, colori e profumi intensi e caratteristici.

Orto Botanico

Si tratta di un ampio spazio verde situato proprio nel centro storico della città, dove sono conservate migliaia di specie vegetali provenienti da tutto il mondo, alcune anche rare. Al suo interno figura anche un’area archeologica con un Anfiteatro romano, l’Orto dei cappuccini e villa di Tigellio, con resti anche di un edificio termale e di altre domus romane

Area archeologica quartiere Sant’Avendrace

Nella parte settentrionale di Cagliari c’è il quartiere di Sant’Avendrace, dove è presente la necropoli punica di Tuvixeddu. Si tratta di una delle aree di interesse storico più estese del Mediterraneo, accessibile gratuitamente, dove un percorso guidato conduce alla visita di antiche tombe utilizzate dai Cartaginesi tra il VI e III secolo a.C.

La bellezza di questi resti è indiscutibile, grazie all’ottimo stato di conservazione e alla presenza di meravigliose pitture funerarie. Da segnalare, ad esempio, quella della “Tomba dell’Ureo” e in quella del “del Combattente”, oltre alla Grotta della Vipera.

Torna all'elenco delle notizie